Marco Rondelli, il ''Muro'' del Ponte S.p. Isola!

25/09/2018

Oggi intervistiamo uno dei tre centrali difensivi del Pontisola, Marco Rondelli. Possente giocatore nato a Segrate (Mi),

il 4 marzo 1994. Alto 1,90 pesa 95 kg.

Giocatore dotato di buona tecnica, di potenza  fisica e di una bravura tattica superiore alla norma.

Abbiamo  voluto  definirlo "MURO" perché  ci ricorda  un grande giocatore  interista,  Walter  Samuel, stessa potenza fisica, stessa cattiveria agonistica, stessa abitudine  a non mollare nemmeno un centimetro!

Fare un contrasto con lui è  come andare con una 500, a 50 km/h contro un muro!!!

È  un ragazzo  di una bontà  estrema, simpatico e gioviale, ma in campo si trasforma. 

Si definisce un single,  ma noi sappiamo invece che è  segretamente fidanzato con una ragazza calabrese, conosciuta quest'estate in vacanza, che nel giro di tre anni vorrebbe portare all'altare. E qui ci sta, secondo noi la complicità  di un suo compagno di reparto....con cui ha trascorso le vacanze. 

Prima di approdare al Pontisola ha giocato nel Como, Folgore Caratese, Cuneo, Rapallo e Scanzorosciate.  Nella sua  carriera  ha  segnato  4 gol.

L'attaccante  che l'ha  messo  più  in difficoltà  è  stato  Ferrario della Pergolettese,  mentre Franza suo compagno al Rapallo, ritiene sia  il giocatore più forte con cui ha giocato (a parte naturalmente i suoi compagni del Pontisola).

La cosa che lo indispettisce di più  di un avversario, è la simulazione, mentre plaude agli avversari leali.

La sua partita  più bella è stata nel derby Rapallo vs Sestri Levante, dove vinse 1-0, e  l'autore del gol fu proprio lui.

È strafelice di essere approdato al Pontisola,  dove ha trovato una Società solida e seria, e  dei compagni di squadra splendidi e unici. Definisce  i tifosi sampietrini simpatici e molto  legati alla squadra. Ha grande stima  di Mister Curioni e  del suo Staff. Quando  smetterà  di giocare vorrebbe andare a vivere  in America, prima  però  vorrebbe puntare  alla serie C, con il suo Pontisola. 

Grazie  Marco, e  buon  campionato!

 

ANGELO LOCATELLI 

Please reload