Torneo Annovazzi Bracco Cup, i Giovanissimi 2003 fuori dopo i tiri di rigore!

15/02/2018

 

AUSONIA-PONTISOLA 4-2 dcr (1-1 dopo i tempi regolamentari)
RETI: 19’ Gamba (P), 31’st Landillo (A).
SEQUENZA RIGORI: Semeraro (A) parato, Zonca (P) fuori, Alio (A) gol, Bergamaschi (P) alto, Orlandi (A) gol, Sghainer (P) gol, Landillo (A) alto, Riccio (P) parato, Grossi (A) gol.
AUSONIA (4-2-3-1): Frascaro, Alio, Trasforini, Tariverdizaeh, Oro, Morabito, Vender, Orlandi, Rodontini, Grossi, Santacroce. A disp. Belitrandi, Pace, Landillo, Semeraro, Prada, Venezia. All. Taranto
PONTISOLA (4-3-3): Ruiz Leon, Sghainer, Magni, Taddei, Becherini, Zonca, Frigeni, Cernuschi, Algeri, Regazzoni, Gamba. A disp. Mangiapoco, Locatelli, Brembilla, Agazzi, Riccio, Vianello, Bergametti. All. Madaschi.
ARBITRO: Santucci di Milano.
ASSISTENTI: Rio di Milano e Finocchio di Milano.

Terzo turno dell’Annovazzi, si comincia a fare sul serio. A sfidare l’Ausonia di Taranto, reduce da due prestazioni esaltanti, arriva il Pontisola, determinato a ben figurare. L’approccio alla partita dei Blues è aggressivo e l’Ausonia sembra patire le incursioni degli attaccanti bergamaschi. Dopo un tentativo dalla distanza di Taddei, terminato alto sopra la traversa, al 19’ il Pontisola sblocca il match. Palla geniale di Regazzoni che premia lo scatto tra le linee difensive di Gamba: l’attaccante si aggiusta il pallone sul mancino e fulmina Frascaro, 0-1. Il vantaggio galvanizza i ragazzi di Madaschi che prima dell’intervallo sfiorano il raddoppio: azione fotocopia tra Regazzoni e Gamba, questa volta il sinistro della punta non inquadra lo specchio, spegnendosi sul fondo dopo aver fatto la barba al palo. Nella ripresa l’Ausonia prova ad affacciarsi dalle parti di Ruiz Leon, affidandosi a soluzioni da calcio piazzato: i colpi di testa delle torri neroverdi non creano particolari problemi all’estremo difensore. La partita è molto intensa, a discapito della fluidità di gioco: numerosi errori di misura da entrambe le parti, le occasioni latitano. Quando ormai la sfida sta giungendo al triplice fischio, Landillo pesca dal cilindro l’asso vincente: conclusione dai 25 metri che sorprende Ruiz Leon, bacia il palo e sancisce il pareggio, 1-1. Ai rigori la spunta l’Ausonia grazie alla freddezza di Alio, Orlandi e Grossi. Strepitoso Frascaro, che ipnotizza ben tre tiratori bergamaschi. Esulta Taranto: «Ci abbiamo creduto fino alla fine, i ragazzi sono stati fantastici. Ribadisco: non temiamo nessuno, possiamo battere anche l’Alcione». Amaro Madaschi: «Dobbiamo crescere ancora in mentalità, peccato aver subito gol all’ultimo dopo un’ottima partita».

Alessandro Rossi #sprintesport

Please reload